Commenti recenti

    Categorie

    Benevento, Mastella: i debiti lasciati da altri non mi hanno fermato. Presto depuratori e restyling periferie

    Scritto il 28 giugno 2017 - 20:51

    BENEVENTO – Un Clemente Mastella pieno di energie, motivato, determinato ad andare avanti nonostante l’undici luglio potrebbe essere una data dolorosa per la sua carriera politica, personale ed umana. Il bilancio di un anno di attività tracciato dall’ex ministro è positivo: “E’ arrivato il momento di fare una somma e una sottrazione rispetto agli impegni assunti. Per la situazione che abbiamo trovato, possiamo dire di aver dato un cambio di rotta rispetto al passato. L’Amt, al mio insediamento, era fallita, oggi c’è una società che ci permette di camminare in autobus. La cifra esorbitante 110 milioni di euro di debiti trovati dalla precedente amministrazione avrebbe scoraggiato chiunque, invece ci siamo rimboccati le maniche. Io ho promosso delle cose ma non posso mantenerle tutte in tempi brevi. Quelli di prima mi accusano di inattivismo. Si ci rende conto – ha continuato Clemente Mastella – di essere prigionieri di una logica finanziaria che non dipende da me. Il centro commerciale Males è stato concesso ad una società di Caserta. Il Comune dovrà pagare le quote al Monte Paschi di Siena.  Un’operazione assurda che stiamo tentando di salvare. Positiva la stipula per lo stadio di Benevento, con tre milioni di euro. Siamo riusciti a stanziare dei fondi per i campi sportivi per incentivare il rugby che è riconosciuto come sport importante dai beneventani. Siamo riusciti a recuperare i soldi del terremoto. Vogliamo sapere gli otto milioni persi che fine abbiano fatto per quanto riguardo il beneficio della 219. Benevento, inoltre,è una delle città senza depurazione. Siamo riusciti a recuperare dieci milioni di euro. Siamo fermi ma non per colpa nostra. Sulla sede idonea noi ci siamo rivolti all’autorità di Bacino che è l’unico Ente che può interloquire con il Comune. Se ci fossero difficoltà o mancanze sarà l’autorità di Bacino. Un ente neutro”.

    Sulla sua vicenda personale, Mastella ritorna indietro negli anni, ritorna al periodo di “Mani Pulite”: “Se considerare o meno un partito un’associazione a delinquere era già argomento di discussione trent’anni fa. Il mio partito non ha preso un euro, là (con mani pulite) c’erano milioni di euro presi. Un’ossessiva caccia alla persona. Il comportamento nei miei riguardi deve rispettare la dignità della persona come tale. Poi, l’importante è compiere il proprio dovere e andare avanti. Io mi sono candidato ed è una forma di partecipazione alla dignità della mia persona. Abbiamo il dovere come istituzioni di correre più velocemente. Ieri proprio, poi una visita guidata, Benevento è stata scelta come prima città d’Italia come abbassamento dell’energia. Repubblica che non presta attenzione benevola ci ha messo al quarto posto per quanto riguarda la cultura. Io ho denunciato la puzza a Ponticelli. Ora ho ottenuto che saranno spostati i mezzi per evitare cattivi odori e riabilitare la zona”.

    Infine Mastella annuncia: “Saranno riqualificate le periferie con dieci milioni di euro. Più Europa abbiamo recuperato altri fondi. La mensa scolastica forse torneremo all’obbligatorietà della mensa. Il Comune si rifarà ad una scelta istituzionale sulla falsa riga delle sentenza pronunciate. L’altro giorno ho visto una povera vecchietta che non riusciva a salire. Abbiamo appaltato la gara per dotare il Comune di scala mobile. Ci sono una serie di cose. Il mostro a piazza Duomo sarà completato. Secondo Palladino se poteva essere un luogo di natura e arte contemporanea ma ci ha dato parare negativo. Dal quattro luglio il potere di fantasia Bct, città spettacolo ad agosto, ma vale per i bar, i ristoranti, i negozi, regali salvi così l’economia della città non è un modo per festa farina e forche. Le luci all’Arco di Traiano ed abbiamo realizzato anche l’illuminazione di Santa Sofia. Illumineremo la fontana di papa Orsini. Della Valle, inoltre, mi ha mandato l’impegno di spesa di trentamila euro per l’obelisco che si trova di fronte alla chiesa Sant’Anna. Perchè quello? C’è una dinamica orientale molto presente.

     

    Ci sono ancora alcuni problemi. - ammette il sindaco – La città deve essere più pulita. Mi appello pure ai cittadini: evitate di sporcare ma aiutateci.  E senza preamboli ha annunciato: “Arriveranno mille migranti nell’ex Scuola allievi carabinieri”. Lo ha annunciato nel corso della conferenza stampa sul bilancio di un anno di insediamento Mastella: “Ho il dovere di dirlo alla città, arriveranno mille migranti nella Caserma, al viale degli Atlantici, che fino a qualche anno fa ospitava gli allievi carabinieri. Ho espresso la mia contrarietà ma è del demanio, è una cosa che va gestita per bene. Dobbiamo essere accoglienti, ma forti e decisi con chi non si comporta bene”.

    mastella-primo-anno

    You must be logged in to post a comment Login