Commenti recenti

    Categorie

    Licenziamento dipendenti comunali di Calvi: Pagliuca respinge le tesi di Forgione

    Scritto il 12 aprile 2014 - 18:33

    pagliuca antonioCALVI- Il solito Antonio Forgione, sindacalista della Cisl Fp Irpinia-Sannio, attacca il sindaco del comune di Calvi, Armando Rocco, e la segretaria, Fabiana Mercaldo, poiché – a suo dire – quattro dipendenti sarebbero sul punto di essere licenziati ingiustamente!La vicenda merita di essere commentata poiché le cose non stanno così. E, difatti, in epoche diverse l’amministrazione comunale di Calvi, capitanata da Giovanni Molinaro, assunse intuitu personae quattro dipendenti della massima categoria stipendiale con contratti a tempo determinato. I predetti dipendenti furono successivamente “stabilizzati”, ai sensi della legge n. 296/2006, nonostante i rapporti di lavoro fossero sorti con il vizio genetico della fiduciarietà. Successivamente, la segretaria comunale Antonietta Iacobellis, all’epoca in servizio presso il comune di Calvi, inviò alla procura regionale della corte dei Conti apposita denunzia circa i vizi rilevati in tali assunzioni. Dopo le indagini di rito della guardia di Finanza di Benevento e il rinvio a giudizio da parte della procura regionale della corte dei Conti  delle due dipendenti che da “stabilizzate” avevano stabilizzato anche gli altri due dipendenti, per un danno erariale che dal 26 febbraio 2009 al 30 aprile 2011 ammonta a € 198.701,76, responsabilmente il sindaco e la segretaria del comune di Calvi hanno richiesto apposito parere per verificare il da farsi. Va anche aggiunto che, nel frattempo, il danno erariale ha raggiunto la non trascurabile cifra di mezzo milione di euro!Il sindacalista Forgione ritiene che il caso dei quattro dipendenti de quo sia simile a quello di un’altra dipendente, prima assunta con regolare concorso pubblico, e poi licenziata a causa delle bizze del sindaco Molinaro. Niente di più falso! Il caso della dipendente assunta, demansionata e licenziata è ben diversa. Esso si è risolto con la piena condanna del comune di Calvi, la riassunzione e un forte risarcimento per i danni subiti dalla brillante funzionaria.“Non so – osserva Antonio Pagliuca, segretario responsabile della Uil Fpl sannita – se il procedimento in essere si chiuderà con il licenziamento dei quattro dipendenti stabilizzati. Questo lo dovrà stabilire, in scienza e coscienza, e nel rispetto rigoroso della legge, la responsabile del procedimento, ovverosia la d.ssa Fabiana Mercaldo”.“Questa storia – conclude Pagliuca – non è nata per una cattiveria degli attuali amministratori e funzionari del comune di Calvi, ma da vecchi ricorsi e dai successivi accertamenti della polizia giudiziaria e della magistratura contabile. Quando si scrive bisognerebbe sempre dire la verità. Può darsi che le gravi responsabilità di quei funzionari, in sede di giudizio, possano dissiparsi. L’augurio che posso fare ai quattro dipendenti è quello di non subire la sanzione espulsiva. Alle due dipendenti, che contemporaneamente sono sotto processo contabile, di uscirne immuni da responsabilità erariali”.

     

    You must be logged in to post a comment Login