Commenti recenti

    Categorie

    “Verso le comunità sostenibili”: convegno conclusivo Green Communities Titerno e Alto Tammaro

    Scritto il 9 novembre 2015 - 12:49

    foto sindaco

    SANTA CROCE DEL SANNIO – Dopo il percorso che in questi mesi, ha portato i delegati dell’ Uncem nei comuni del Titerno e Tammaro interessati dal progetto “Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza” del Programma Operativo Interregionale (POI) “Energie rinnovabili e risparmio energetico(FESR) 2007-2013”, finanziato dai fondi comunitari e nazionali, ci si avvia all’incontro conclusivo per discutere dell’esperienza del territorio, coinvolto da interessanti opere di efficientamento energetico.

    Domani, martedì 10 novembre alle ore 19.00,presso l’Aula Consiliare del Comune di Santa Croce del Sannio (Bn), si terrà il Convegno conclusivo Green Communities Titerno e Alto Tammaro, dal titolo: “Verso le comunità sostenibili” . All’incontro prenderanno parte Antonio Di Maria, sindaco di Santa Croce Del Sannio, Marco Iamiceli, rappresentante Comunità Montana Titerno Alto Tammaro. Gli interventi saranno a cura di Luca Lo Bianco, Responsabile Uncem-Progetto Green Communities, Pasqualino Cusano, Sindaco di Sassinoro, Pasquale Narciso, Sindaco di Campolattaro, Antimo Lavorgna, Sindaco di San Lorenzello, Pasquale Santagata, Sindaco di Cerreto Sannita. Le conclusioni dell’incontro saranno affidate all’Assessore  Regionale alle attività produttive, Amedeo Lepore, e al Presidente dell’Uncem Enrico Borghi.

    “Il nostro territorio, ha avuto il privilegio di rientrare tra le 4 aree (Pollino, Cilento,Madonie, Titerno e Alto Tammaro) del Progetto Green Communities, dell’Uncem, che ha come obiettivo la promozione di interventi mirati alla produzione di fonti energetiche rinnovabili, perseguendo un approccio reale e fattivo per la salvaguardia dell’ambiente.” Così Antonio Di Maria, che come Sindaco Di Santa Croce del Sannio e Presidente della Comunità Montana Alto Tammaro, si è speso fortemente per il coinvolgimento del territorio, impegnandosi in prima persona per il giusto riconoscimento di questa area  che merita la giusta attenzione delle istituzioni.

    “Con questo progetto, che ho voluto fortemente, (spiega Di Maria) abbiamo potuto riconsiderare le strategie di sviluppo per i comuni interessati, e l’impegno profuso in questi mesi ha portato i suoi frutti, non sterile burocrazia, ma fondi reali, finanziamenti a cui il territorio ha potuto attingere, relazionandosi direttamente con il Ministero.

    L’attenzione del progetto si è  rivolta ai temi del miglioramento delle prestazioni energetiche del patrimonio edilizio e della valorizzazione del
    patrimonio forestale. Un lavoro completato da un’analisi energetica
    territoriale posta a fondamento della elaborazione di un vero e
    proprio rating da utilizzare ai fini della programmazione futura.
    Le Amministrazioni Pubbliche Locali, in questo processo, sono state chiamate a
    svolgere nuove e più ampie funzioni rispetto al passato. Si è passati quindi da
    semplici fornitori di servizi ai cittadini, a protagonisti attivi e promotori dello
    sviluppo economico locale, impegnati a soddisfare la domanda di altri
    soggetti, effettivi e potenziali, in grado di generare “ricchezza”
    locale.”.

     

    You must be logged in to post a comment Login